Questo lavoro è stato creato all'interno dell'Istituto Nazionale Tumori di Milano, nell'ambito del "Progetto Giovani", dedicato ai pazienti adolescenti malati di tumore, il cui obiettivo è di creare un nuovo modello di organizzazione medica e di cultura specifica, con la sfida di occuparsi non solo della malattia, ma della vita dei ragazzi, facendo entrare in ospedale la loro normalità, la loro creatività, la loro forza, la loro bellezza. 
Durante l'anno si sono svolte delle "lezioni di fotografia" dove i ragazzi hanno interpretato la loro "ricerca della felicità" . Dalla rabbia della mia impossibilità di aiutarli è nato questo progetto satellite che racconta le loro cicatrici. I"miei " ragazzi hanno messo a nudo le proprie cicatrici riuscendo a posare davanti a me con serietà ma anche con ironia. Il mio ricercare la felicità si è tradotto in quello che la fotografia è per me: testimoniare la bellezza e l’essenza di ogni persona che ritraggo, cercando di carpirne quel dettaglio che solo attraverso la fotografia riesco a catturare. Le cicatrici di questi giovani scrivono sulla pelle la loro storia in modo indelebile e testimoniano la forza di questi guerrieri che combattono o hanno combattuto la battaglia più difficile della loro vita. Questa forza si traduce in queste immagini semplici , senza uso di attrezzature particolari, ma potentissime, come potente traspare la loro bellezza.  PER SAPERNE DI PIU' WWW.ILPROGETTOGIOVANI.IT
Mostra altro